Oculistica

Il Glaucoma

18 Settembre 2020
CATEGORIE E ARCHIVIO >

l glaucoma é una malattia cronica e progressiva del nervo ottico corrispondente in genere ad un aumento della pressione interna dell’occhio ( anche se esistono casi i n cui il nervo ottico si danneggia senza un aumento di pressione, dovuto probabilmente ad una riduzione del sangue al nervo stesso) rappresenta la seconda causa di cecità nel mondo (dopo la cataratta) ma la prima causa a carattere irreversibile. Circa la metà dei pazienti affetti da glaucoma non la diagnosticano in tempo poiché non effettuano visite oculistiche periodiche complete (con controllo del fondo oculare, della pressione oculare e del campo visivo).

Dopo i 40 anni invece diventa fondamentale effettuare periodicamente controlli oculistici completi poiché se diagnosticata in tempo può essere curata.

Le cause del glaucoma

L’occhio produce e assorbe costantemente acqua per mantenersi sano

(umore acqueo). Nel caso di un rallentamento del riassorbimento dell’acqua si verifica un aumento della pressione all'interno dell'occhio che può causare un danno al nervo ottico e, di conseguenza, portare allo sviluppo del glaucoma, anche se, con minor incidenza, il glaucoma può svilupparsi anche in assenza di ipertensione endobulbare e viene definito glaucoma a pressione normale.

Il glaucoma può manifestarsi già alla nascita (glaucoma congenito), i fattori principali di rischio possono essere l’età (anche se esiste il glaucoma giovanile), la familiarità, la miopia, il diabete, il ridotto spessore corneale centrale, i traumi e gli interventi chirurgici nonché le malattie oculari.

I sintomi del glaucoma

I sintomi si avvertono solo quando il nervo ottico comincia a danneggiarsi e il campo visivo comincia a non essere più completo perdendo le porzioni laterali/inferiori/superiori, dunque molto spesso il paziente, a meno di controlli oculistici periodici, non se ne accorge subito; quando la malattia progredisce si comincia a perdere anche la visione centrale molto rapidamente, la diagnosi quindi andrebbe fatta prima per rendere le terapie efficaci.Un semplice “esame della vista” non é sufficiente ad escludere la presenza del glaucoma, poiché si può essere affetti da glaucoma anche se si ha una vista da dieci decimi. Fino agli stadi pre-terminali il glaucoma può progredire lasciando intatta la visione centrale ed i 10/10 di acuità visiva. Nel glaucoma acuto invece i sintomi sono: grave dolore oculare e arrossamento, visione ridotta, aloni colorati, cefalea, nausea e vomito.

Prevenzione, diagnosi e terapia

La diagnosi é possibile solo con una visita medica specialistica oculistica completa, comprensiva di esame del segmento anteriore dell’occhio, esame del fundus oculi per la valutazione della testa del nervo ottico, e tonometria (la misurazione della pressione intraoculare).

 

La terapia iniziale è abitualmente medica: il medico prescrive uno o più colliri che riducono la pressione intraoculare da instillare tutti i giorni in maniera metodica. In relazione al rischio individuale di progressione il medico oculista suggerisce di volta in volta la scadenza del controllo successivo: abitualmente sono consigliabili da una a tre visite all’anno.

Alcune volte può essere necessario ricorrere a trattamenti laser parachirurgici e/o all’intervento chirurgico.

 

Essendo nella maggior parte dei casi il glaucoma asintomatico, é assolutamente importante per la prevenzione del glaucoma che tutte le persone a partire dai 40 anni pianifichino una visita oculistica periodica. Ad esempio il protocollo proposto dalla Società Oftalmologica Italiana per la prevenzione del glaucoma prevede una visita oculistica completa all’età di 40 anni, e successive ogni 4 anni fino ai 50 anni. Dopo i 50 anni una visita oculistica ogni 2 anni. La frequenza delle visite deve essere maggiore in presenza di fattori di rischio, quali ad esempio:

  • persone che hanno in famiglia uno o più precedenti di glaucoma

  • miopi elevati, ipermetropi elevati

  • persone che assumono farmaci steroidei

  • diabetici

  • persone sospette per glaucoma

La terapia per il glaucoma consente di arrestare la progressione della malattia, ma non di recuperare la funzione persa: i danni sono quindi irreversibili.

Per questo motivo é essenziale la prevenzione!

Prenota subito una visita oculistica completa presso la Clinica marchetti

 

 

 

Informazione pubblicitaria ai sensi della legge 248 del 2006 e della legge 145 del 2018. Direttore sanitario Dott.Carlo Marchetti regolarmente iscritto all'albo dei Medici Chirurghi di SO dal 31/07/1981 al numero 00756 e all'Albo degli Odontoiatri di SO dal 21/12/2004 al numero 00146.

Condividi la notizia

tutti i campi sono obbligatori

Ti potrebbe interessare anche:

rsz-depositphotos-191522978-xl-2015.jpg

05 novembre 2020

L'occhio pigro: l'ambliopia

20171022-marchetti-9448.jpg

08 settembre 2020

Cataratta

< CHIUDI

Notizie più lette

Martedì 08 Maggio 2018

SBIANCAMENTO DENTI: TUTTO QUELLO CHE C'É DA SAPERE

Sbiancamento dentale: qual è il migliore   Difficile rispondere a questa domanda poiché per ogni trattamento esistono pro e contro che vanno ...